01/03/2019

ANGIOGRAFIA OCT (OCTA)

L’OCTA è una recentissima tecnica di imaging che va ad incrementare le già notevoli possibilità diagnostiche dell’OCT. L’OCT ha già il merito di rendere possibile lo studio delle patologie della macula (la porzione centrale della retina dalla cui funzione dipende l’acuità visiva), permettendone la diagnosi e il controllo evolutivo, nonché la verifica dell’efficacia dei diversi trattamenti. Negli ultimi anni l’OCT è diventato un esame essenziale per completare le informazioni della FAG(fluorangiografia) e della ICG-Angiografia(angiografia con verde di Indocianina), spesso sostituendosi ad esse, avendo il vantaggio di non essere invasiva.

 

Infatti non necessita,come la FAG e la ICG-A, di iniezione endovenosa di coloranti. L’OCT tuttavia non permette uno studio del microcircolo retinico, come le tecniche angiografiche prima menzionate.Per questo l’ Angiografia-OCT rappresenta una significativa innovazione: rende possibile la visualizzazione dei flussi vascolari retinici senza l’iniezione di alcun colorante e senza causare disagi al paziente. La rappresentazione della rete vascolare si basa sull’analisi dei cambiamenti di segnale durante ripetute scansioni retiniche, interpretandoli come la conseguenza del movimento dei globuli rossi all’interno dei vasi sanguigni. A differenza di FAG e ICG-A, che producono immagini bidimensionali della vascolarizzazione retinica e coroideale, l’OCTA offre una rappresentazione tridimensionale,permettendo una visualizzazione delle diverse reti capillari retiniche e coroideali. Attualmente questo esame trova indicazioni in alcune patologie della macula: - Degenerazione Senile della Macula e Maculopatia Miopica, dove permette l’identificazione delle neovascolarizzazioni, che rappresentano la forma più aggressiva di Maculopatia. - Malattie vascolari della retina, come le Occlusioni venose e arteriose, dove però si visualizza solo l’area maculare e non le arcate vascolari e la media periferia. - Maculopatia Diabetica,dove è possibile visualizzare le alterazioni del microcircolo caratteristiche di questa patologia. - Glaucoma e altre Otticopatie, mediante lo studio della circolazione del nervo ottico e della retina peripapillare. Nel nostro centro utilizziamo da alcuni mesi l’Angio-OCT Spectralis della Heidelberg , uno strumento che offre immagini ad alta risoluzione e rappresentazioni combinate dei due esami, l'Angio-OCT e l'OCT Strutturale(cioè l'OCT utilizzato fino ad oggi), con la possibilità di visualizzare i flussi vascolari, mediante una loro rappresentazione cromatica, all’interno di un’immagine “OCT strutturale” (OCT/OCTA fusion image) e di confrontare le immagini dell'OCT Strutturale con quelle dell'Angio-OCT.